Comune di Pescantina

I Luoghi

CHIESA DI SAN ROCCO
Edificio di origine medioevale, in seguito modificato. La porta principale è forse del secolo XV e le colonne delle bifore del campanile hanno pulvini assai antichi. Sotto l'attuale sacrestia s'intravedono manufatti risalenti a un precedente edificio. 

"CA' DEL COMUN"
Palazzetto di probabile origine tardo-medioevale, un tempo sede municipale. Al centro della facciata è collocato il "monumento ai Caduti".

PALAZZO BETTELONI
Edificio di forme neoclassiche, con resti di pitture murali all'interno. Attualmente è sede del Municipio di Pescantina.

PALAZZO BUTTURINI, DETTO "PALAZZON"
Edificio di imponenti proporzioni che risale probabillmente alla prima metà del '700. Pregevoli alcuni elementi architettoneci della facciata e del fianco est. Dietro l'edificio c'è una bella immagine sacra probabilmente di epoca seicentesca. L'edificio è stato recentemente restaurato.

VILLA ALBERTINI - DA SACCO
Scenografica costruzione con vasto parco sull'Adige e grande giardino. L'aspetto attuale risale al rifacimento ottocentesco. E' annessa al palazzo una chiesetta dedicata a S. Anna.

CHIESA DI SAN MICHELE
Costruita al principio del secolo XII a una sola navata, col vano dell'abside chiuso da un altare del '700. Vanta pitture murali di pregevole fattura per la maggior parte trecentesche. Nel centro di Arcè si trovano altre pitture di pregio acune delle quali ascrivibili ai Morone o a pittori della loro cerchia.

CHIESA DI SANTA LUCIA 
E' già citata in atti del XII secolo quando apparteneva al Vescovo di Verona. E' un semplice edificio con facciata a capanna. All'interno rimangono brani di affreschi tardomedioevali e decorazioni di epoche successive.

PALAZZETTO CIPRIANI
Edificio di belle forme che richiama la struttura delle ville. E' affacciato sull'Adige. Nel brolo rimangono imponenti opere utilizzate un tempo per l'irrigazione. 

VILLA QUARANTA
Fu costruita nel secolo XVII. La facciata è di semplici linee architettoniche, l'interno è ricco di pregevoli decorazioni. Fa parte della villa anche la chiesa della Purificazione di Maria, probabilmente di origine medioevale. Vi sono conservati affreschi attribuiti al pittore Paolo Ligozzi. 

VILLA "MIRANDOLA"
Ampia, ben disposta, risulta in parte alterata rispetto alla struttura originaria. Sulla facciata della chiesetta anch'essa sono murate le due parti di un'ara pagana qui rinvenuta nel secolo scorso.

CHIESA DI "S. ANTONIO ABATE"
Originariamente era di forma quadrata, ristrutturazioni operate nel '700 e nel secolo scorso le hanno dato l'attuale aspetto. All'interno sono conservati due interessanti affreschi recentemente attribuiti ad un pittore veronese alla fine del '400.

VILLA BERTOLDI
Risale al 1600. Conserva nella disposizione dei rustici, nell'ampio giardino e specialmente nell'interno, la struttura caratteristica delle ville venete. Interessanti sono lo scalone e la vasta sala d'ingresso, adornata da quattro grandi tele con paesaggi di Andrea Porta. Di fronte alla cappella si trova un'interessante edicola votiva dedicata alla madonna addolorata e nel brolo un poderoso canale per l'irrigazione ottocentesco.

VILLA SPARVIERI
Di origine 4-5centesca. Rimane, pur malandato, il solo palazzo con portico e loggia di belle forme.

VILLA VISCONE-BRICCI
Lo schema generale del palazzo è quello affermatosi nel '500, con solido corpo centrale e due laterali più bassi, angolati da colombaie, dentro un cortile fiancheggiato da portici a bozze con barchesse. Due poderose scale, una per facciata, portano al piano nobile. Il salone centrale è decorato.

CORTE "BRIZZI"
Complesso di edifici che non mancano di interessanti aspetti architettonici. Al centro della corte è ben conservata l'aia di pietra.

CORTE "LA PRESA"
Una delle più interessanti tra le vecchie corti della campagna pescantinesa; legata a episodi della guerra della Lega di Cambrai ('500); vi sono interessanti pitture murali.

PALAZZETTO DANESE
Probabilmente di origine seicentesca, il palazzetto è sistemato su più piani; su un lato si alza una svettante torretta-colombaia.

PALAZZETTO GIACOPINI-QUARELLA
Il più interessante tra gli edifici cinque-seicenteschi che ancora esistono nel centro storico. La facciata principale è strutturata a portico e loggiato. Stemma dei Giacopini sull'arco di accesso della proprietà.

SANTUARIO DELLA "BEATA VERGINE DELLA PIETA' "
La chiesa detta "della Madonnina", fu eretta nel 1732 su una preesistente cappella. Ha caratteristiche barocche e ospita un'immagine che fu al centro di un piccolo prodigio; la chiesetta ha il campanile "a cipolla".

PALAZZETTO "EX GUARDIA DI FINANZA"
Massiccia costruzione sulla riva dell'Adige, forse di origine seicentesca, modificata nell'ottocento. Fino ai primi anni di questo secolo ospitava la "Regia G. di F.". In parte è conservata la cella di sicurezza. Chiavi di volta ad altorilievo sulla facciata.

FONDACO BENVENUTI DETTO "DEL BIANCO"
Semplice costruzione recentemente rifatta. Quando era attivo il trasporto via Adige funzionava come deposito di merci.

CHIESA DI "SAN LORENZO MARTIRE" (DUOMO)
Opera settecentesca in stile neoclassico-barocco di proporzioni ragguardevoli. Fu costruita probabilmente su progetto di Alessandro Pompei a partire dal 1753. L'interno è solenne e armonico, arricchito da altari in marmo e da numerose tele del XVIII secolo. Sul lato ovest della chiesa si alza il campanile, alto più di 80 metri, eseguito nella prima metà del 1800 su disegno di Giuseppe Barbieri. Sul lato est, in parte mascherati dai rifacimenti successivi, rimangono i resti della pieve medioevale, pregevole edificio di forme romaniche a tre navate. I capitelli delle colonne, particolarmente elaborati, sono tra i più belli del genere. Presso l'Adige, tra le case, restano le tracce di un manufatto che corrisponde probabilmente all'antica fonderia di campane dei Bonaventurini, famosissima tra il 1500 ed il 1600.

MONUMENTO AGLI EX INTERNATI
Opera dell'architetto Mirko Vucetich; costruito nel 1966 presso la stazione ferroviaria di Balconi. Ricorda i caduti nei "Lager" nazisti e tutti i Reduci che, subito dopo la fine della II Guerra Mondiale, furono qui accolti ed ospitati.